ESSENZE SINGOLE

Come decidere la corretta composizione del miscuglio da sovescio?

E’necessario imporsi il fine dello stesso, ossia decidere se si vuole avere:

– apporto di azoto

– apporto di sostanza organica

– miglioramento della struttura del terreno.

COVER CROP – agricoltura sostenibile

Cover crops

L’utilizzo delle cover crop nell’ottica di ritornare ad una agricoltura sostenibile, porta a diversi benefici; alcuni si intravedono nell’arco dell’anno di impianto della stessa, altri si noteranno negli anni a seguire.

BENEFICI IMMEDIATI

  • Il contenimento delle infestanti: le piante selezionate per il sovescio sono a rapido sviluppo e coprono velocemente il terreno contenendo così lo sviluppo delle erbe infestanti
  • Il recupero dell’azoto presente: molte colture (graminacae) sono molto esigenti nelle concimazioni azotate, quindi l’azoto residuo seguente a una coltura viene assorbito e immagazzinato da queste piante bloccandone il dilavamento.
  • L’apporto di azoto da piante azoto-fissatrici: una coltura leguminosa in purezza ha la capacità di fissare all’interno della pianta grandi quantità di azoto assorbito dall’aria, una volta interrata, le proteine costituenti la pianta si degradano rilasciando l’azoto.

BENEFICI A LUNGO TERMINE

  • L’aumento della sostanza organica porta a vari benefici quali, il miglioramento della struttura del suolo quindi l’aumento della capacità di infiltrazione, l’aumento della ritenzione idrica, l’aumento della circolazione dell’aria negli strati superficiali del terreno.
  • La rottura della suola di lavorazione: l’utilizzo di piante dissodatrici rompe la suola di lavorazione.
  • L’aumento della attività biologica nel terreno, ovvero l’incremento della presenza dei micro-organismi ed invertebrati. La conseguenza è una maggiore biodiversità e una maggiore capacità di reazione agli stimoli esterni.

Tipologie

VICIA SATIVA

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • Pianta di facile adattamento a diversi climi, ma dalla moderata resistenza al freddo.
  • Si adatta ai terreni argillosi, calcarei, profondi, compatti, ma permeabili. Teme l’umidità prolungata del terreno; ph 5.5-8.
  • Ha un portamento prostrato strisciante.
Clima Temperato caldo
Intolleranza Ristagno idrico
Dose di Semina 90/100 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno – Primavera
Utilizzo Intercalare autunno-vernino per le colture a ciclo estivo.

VICIA VILLOSA

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • Prospera in terreni sabbiosi, acidi e alcalini, ma dimostra una buona adattabilità a quelli argillosi e umidi. Più lenta della veccia sativa nel principio, recupera prontamente e risulta di poco più tardiva nella fioritura. Ha un portamento prostrato strisciante.
  • Può fornire un taglio, se falciata prima della fioritura, data la possibilità di un ricaccio.
  • Si consiglia l’interramento prima della maturazione dei semi.
Clima Temperato freddo/caldo
Terreno Terreni sabbiosi, pesanti argillosi, acidi e alcalini
Dose di Semina 80 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno
Utilizzo Intercalare autunno-vernino per le colture a ciclo estivo.

VICIA FABA

Favino

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • Specie molto rustica si adatta ai terreni da sabbiosi ad argillosi.
  • Non sopporta la siccità e il ristagno idrico prolungato.
  • Ha una limitata resistenza al freddo.
  • Non è molto concorrenziale con le infestanti se seminata in purezza
Terreno Da sciolti ad argillosi
Intolleranza Non tollera l’acidità, il ristagno idrico e il secco
Dose di Semina 200 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno – Primavera (Nord Italia)
Utilizzo Intercalare autunno-vernino

LUPINUS ANGUSTIFOLIUM

Lupino Azzurro

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • Richiede terreni acidi, con moderata fertilità
Clima Temperato caldo
Terreno Acido povero e sciolto Ph 5-7
Intolleranza Freddo e i terreni pesanti e il calcio
Dose di Semina 60 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno – Primavera
Utilizzo Intercalare autunno-vernino per le colture a ciclo estivo

TRIFOLIUM ALEXANDRINUM

Trifoglio Alessandrino

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • È pianta dei climi temperato caldi, poco resistente al freddo.
  • Pianta a rapido sviluppo. Non sopporta l’acidità; ph 6-8.
  • Predilige i terreni di medio impasto, ma si adatta anche ai terreni argillosi.
  • Al nord Italia se seminata in autunno (settembre) muore con i primi freddi così da non richiedere ulteriori lavorazioni per la coltura seguente.
Clima Temperato caldo
Terreno Argillosi, medio impasto, neutri, alcalini
Intolleranza Acidità, freddo
Dose di Semina 35 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno (Sud-Centro) – Primavera (Nord Italia)
Utilizzo Intercalare autunno-vernino

TRIFOLIUM INCARNATUM

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • Si adatta bene ai terreni sciolti come a quelli argillosi, tollera l’acidità ph 5.5 – 7.5.
  • Ottima resistenza al freddo.
  • Con la semina autunnale si ha un unico sfalcio a primavera inoltrata o a maggio.
  • Fioritura primaverile di ottimo impatto estetico dalla quale possono beneficiare gli insetti pronubi.
Clima Temperato
Terreno Terreni sabbiosi, pesanti argillosi, acidi
Dose di Semina 30 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno
Utilizzo Intercalare autunno-vernino per le colture a ciclo estivo

TRIFOLIUM SQUARROSUM

Pianta adatta all’azoto fissazione

Caratteristiche agronomiche

  • È pianta a ciclo autunno primaverile, alquanto resistente al freddo, potendo sopportare allo stadio di rosetta temperature di 10c° sotto zero per un buon periodo di tempo.
  • Durante l’inverno attecchisce notevolmente e al ritorno della buona stagione, riprende rapidamente a vegetare dando origine a cespi robusti ed alti.
Clima Semina autunnale, alquanto resistente al freddo
Terreno Medio impasto, pesanti e freschi, anche calcarei ed argillosi.
Dose di Semina 35 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno
Utilizzo Intercalare autunno-vernino

RUCOLA

pianta trappola/biofumigante

Pianta con effetto biofumigante

Caratteristiche agronomiche

  • Appartiene alla famiglia delle Brassicaceae è caratterizzata da una elevata rusticità ed adattabilità a diverse condizioni pedoclimatiche.
  • In primo tempo attira e fa concentrare i nematodi negli strati superficiali del terreno.
  • Poi una volta trinciata e interrata , grazie all’elevato contenuto di composti glucosidici e glucosinolati inseguito al processo di idrolisi rilascia diverse molecole tra cui isotiocianati e nitrili che effettuano una azione biocida nei confronti di nematodi e funghi del terreno.
Ciclo Breve 55-60 giorni
Dose di Semina 10 Kg/Ha
Periodo di Semina Tutto l’anno. Resiste al freddo allo stadio giovanile
Utilizzo Intercalare tutto l’anno

SINAPIS ALBA

Senape

Piante dissodatrici del terreno

Caratteristiche agronomiche

  • Radice a fittone molto sviluppato (1,5 m).
  • Pianta del clima temperato caldo, perisce con i geli invernali.
  • Molto veloce nello sviluppo, sopprime le erbe infestanti.
Dose di Semina 25 Kg/Ha
Periodo di Semina Intercalare autunno vernino o primaverile
Utilizzo Dalla primavera all’autunno

RAFANO

Piante dissodatrici del terreno

Caratteristiche agronomiche

  • Radice fittonante molto sviluppata (1,5 m). Buona resistenza al freddo.
  • Può dare un eventuale ricaccio.
  • Ottima produzione di biomassa, contenimento delle erbe infestanti.
Dose di Semina 25 Kg/Ha
Periodo di Semina Intercalare autunno vernino o primaverile
Utilizzo Dalla primavera all’autunno

SECALE CEREALE

Humus restabilizzante

Caratteristiche agronomiche

  • Preferisce il clima umido freddo e fra tutti i cereali è quello che resiste meglio al freddo invernale.
  • Ph 5.5 – 7.5.
  • Grande precocità di sviluppo in primavera.
Clima Temperato, freddo e umido
Terreno Poveri, acidi sciolti
Dose di Semina 200 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno
Utilizzo Intercalare autunno-vernino

FACELIA

Humus restabilizzante

Caratteristiche agronomiche

  • Grande capacità di immagazzinare sostanze nutritive (catch crop).
  • Grande velocità di sviluppo e di contenimento delle infestanti.
  • Pianta importante per gli insetti pronubi grazie alla grande e lunga fioritura.
Clima Temperato
Terreno Da argillosi a sciolti
Dose di Semina 15 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno (Sud-Centro Italia), Primavera (Nord Italia)
Utilizzo Si può sfruttare la fioritura per la produzione di miele.
Intercalare autunno vernino per le colture estive (Sud-Centro Italia).
Intercalare estivo per le colture autunno vernine (Nord Italia).

COLZA DA FORAGGIO

Humus restabilizzante

Caratteristiche agronomiche

  • Specie dall’ottimo apparato radicale e dalla ottima produzione di massa verde.
  • Ottimo contenimento delle infestanti e immagazzinamento delle sostanze nutritive.
Dose di Semina 10 Kg/Ha
Periodo di Semina Autunno
Utilizzo Intercalare autunno-vernino

Semina autunnale

Periodo di semina: autunno

Periodo di raccolta: aprile/maggio a seconda delle condizioni climatiche

Seminart s.r.l.

Via S. Antonio, 60

35019 Tombolo (Padova)

049 59 68 657

Contattaci senza impegno per ricevere maggiori informazioni

Accetto le condizioni sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003

Share This